sabato 22 marzo 2014

IN ARRIVO LE TRIVELLE AL SALICE?

Foggia. Non bastavano l'inceneritore vicino Mezzanone, la centrale a biomasse finanziata dallo Stato a Eridania (in agro di Foggia), le discariche ... Adesso anche le trivellazioni! Un pozzo per l'estrazione di gas naturale (metano) è stato richiesto a Foggia, in località "Masseria Conca" presso il quartiere periferico del Salice a poche decine di metri dalle case.

Lo stesso iter che si è già svolto un paio di anni fa a Torremaggiore, e di cui poi si sarebbero perse le tracce.

E' stata indetta un'inchiesta pubblica aperta alla cittadinanza. Ne dà notizia all'ultimo momento attraverso il sito e la newsletter del Comune l'assessore all'ambiente, il medico Pasquale Russo. L'appuntamento è fissato, dunque, lunedì 24 marzo 2014 alle ore 17,30 presso la sala Giunta Comunale.

Sul sito del Comune è anche disponibile una "presentazione divulgativa" della Medoilgas.

All’interno dell'areale della medesima concessione ministeriale denominata Celone, la Medoilgas ha già effettuato perforazione presso i pozzi “Torrente Celone 1” e “Vigna Nocelli 1”, produttivi a gas metano, e il pozzo “Lucera 6” (risultato sterile).
Nella sua presentazione powerpoint (in realtà, per legge andrebbe pubblicato lo studio d'impatto ambientale!) la società sostiene l'assenza di motivate preoccupazioni ambientali prendendo a modello il sito UNESCO di Ragusa Iblea in Sicilia. In realtà, a Ragusa c'è un problema di inquinamento delle acque sotterranee.

Teleblu ne aveva già parlato alcuni giorni fa, intervistando l'assessore all'ambiente, in risposta alle polemiche del centrodestra locale (Landella,Longo) in consiglio comunale, che hanno dato la sponda al comitato spontaneo di protesta sorto al Salice.
http://www.teleblu.tv/trivelle-al-salice-lassessore-russo-conferma-richiesta-ma-chiarisce-primo-parere-negativo/

Alla conferenza dei servizi ha partecipato fortunamente anche Enzo Di Salvatore, coordinatore nazionale del movimento No Triv. Ecco le sue preziose dichiarazioni, in cui suggerisce innanzitutto ai cittadini di fare accesso agli atti e si mette a disposizione per studiare il progetto:
http://www.spaziofoggia.it/foggia-intervista-al-prof-di-salvatore-sulle-trivellazioni-del-salice-a-foggia/
La ASL ha già rilasciato nullaosta, mentre l'ARPA un parere positivo con prescrizioni.

Secondo un lettore (Biblioblogger) di questo blog, la tecnica che verrebbe utilizzata al Salice, la trivella Drillmec HH220 utilizzabile anche per perforazioni orizzontali, è idonea anche all'estrazione del pericolo shale gas.

E, intanto, giovedì 27 marzo si è tenuta già la terza conferenza dei servizi.


La giornalista di Teleblu Rosalia Marcantonio se ne sta occupando per una puntata di PRISMA che dovrebbe andare in onda lunedì 31 marzo (http://www.teleblu.tv/produzioni/prisma/).

2 commenti:

  1. Il torrente Celone è l'area di concessione della Medoilgas. Il progetto del pozzo è ubicato al quartiere Salice periferia sud di Foggia a 160 metri dalle abitazioni. A qualche chilometro dal centro Città. Comitato Salice.

    RispondiElimina
  2. Vi riporto un commento di Biblioblogger lasciato in un'altra pagina di questo blog relativo alla stessa vicenda:

    In merito alle trivelle sul Celone volevo far notare che nella presentazione la Medoilgas dichiara che userà il sistema HDI Leonardo Drillmec HH220, che risulta adatto anche alle perforazioni orizzontali utilizzate nelle tecniche di fracking.
    Vedi:
    http://www.greenstyle.it/northern-petroleum-cerca-shale-gas-a-ferrara-partite-le-trivellazioni-11221.html

    RispondiElimina