lunedì 9 dicembre 2013

APPROVATO IMPIANTO EOLICO A BORGO TRESSANTI


Un giorno era la "Reale Riserva", area protetta dei re di Borbone, prima ancora di Federico II von Hohenstaufen, che in questi territori, paludosi prima della bonifica, praticava il suo sport preferito, la caccia con il falchetto.

Poi, negli anni settanta lo scempio: la distruzione delle mura federiciane, della pineta, della vecchia chiesa di San Giuseppe e del convento.

Oggi terra di inceneritori ... e di eolico. Il territorio di Cerignola, poco ventoso, era rimasto fino ad oggi quasi indenne dall'invasione dell'eolico selvaggio, nonostante l'incombere di numerosi progetti anche in aree dall'elevato pregio naturalistico come la diga di Capacciotti. In data 3 dicembre 2013 la Provincia di Foggia ha dato parere favorevole di VIA (Valutazione d'Impatto Ambientale) alla società NAONIS WIND per l'installazione di ben 11 pale alla località Posta Crusta a Borgo Tressanti, e adesso si aspetta soltanto la formalizzazione del provvedimento con l'Autorizzazione Unica da parte della Regione. Questo potrebbe essere solo il primo di una lunga serie di provvedimenti autorizzativi, com'è già successo del resto nelle vicine Orta Nova e Stornara.

Un secondo parco eolico, nella stessa zona ai confini fra Stornara, Orta Nova e Cerignola, è stato sottoposto a procedura di V.I.A. dalla società Inergia, con pubblicazione dell'avviso pubblico sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia del 16 gennaio 2014.

DA LEGGERE ANCHE IL DOSSIER DELLA LIPU: http://noinceneritoretressanti.blogspot.it/2011/08/dossier-il-falco-grillaio-natura-e.html

Nessun commento:

Posta un commento