lunedì 28 ottobre 2013

Processo Giardinetto: prossima udienza nel 2014

Il 3 ottobre 2013 si è tenuta presso il Palazzo di Giustizia di Lucera l'udienza penale per il caso "Giardinetto". Essendo cambiato il collegio giudicante si è proceduto alla rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale. Pertanto, il Tribunale ha aggiornato le parti alla prossima udienza del 9 gennaio 2014 per il nuovo ascolto del CTU e dei consulenti tecnici del P.M., di una delle parti civili costituite (l'associazione Salute e Territorio Onlus seguita dall'avvocato Pasquale Sarcone) e degli imputati. Il PM ha chiesto, all'esito del loro ascolto sui rispettivi elaborati peritali concernenti il sito di Giardinetto, un confronto tra le stesse posizioni. Le parti civili, tra le quali Codici, il Comune di Troia ed altre, si sono associate a tale richiesta. Per ora, nessuna bonifica!

Ecco il commento a caldo da facebook dell'associazione Salute e Territorio:
"Stamattina abbiamo vissuto una situazione surreale presso il Tribunale di Lucera. Abbiamo assistito all'ennesimo rinvio e l'ennesima messa in scena di una giustizia intrappolata dalle procedure e dalla burocrazia. Ancora un cambio dell'organo collegiale giudicante e ancora una serie di richieste, che a noi sono sembrate confuse e caotiche, da parte del pubblico ministero e dell'avvocato di difesa. In aula non era presente, anche se pare essere stato citato, il consulente tecnico di ufficio mentre sono intervenuti inutilmente, perché non ascoltati, il consulente tecnico di parte del PM e alcuni testimoni tra ex operai, impiegati e funzionari dell'asl. Prossima udienza, che continua a trascinare nel tempo questa vicenda, il 9 gennaio 2014. Verrà convocato nuovamente il consulente tecnico di ufficio, in consulente tecnico di parte e i consulenti della difesa con l'eventualità di possibile confronto tra i primi due. Il PM ha anche avanzato richiesta di ripetere, qualora dall'ascolto dei periti si rendesse necessario, le indagine condotte dal CTU in altro periodo dell'anno e cioè non a conclusione di una stagione particolarmente secca come è stata quella dell'estate di due anni fa ormai. E intanto si continua a dimenticare che i rifiuti sono ancora là!".

Nessun commento:

Posta un commento