lunedì 24 giugno 2013

Gianni Lannes: "In arrivo dossier Vendola-Marcegaglia"

Gianni Lannes ha pubblicato nel mese di giugno 2013 tre articoli sul suo blog Su la Testa!, linkati qui sotto, in cui si sostiene la sostanziale nullità di tutto l'iter che ha portato all'autorizzazione dell'inceneritore ETA-Gruppo Marcegaglia nelle campagne fra Manfredonia e Cerignola (Borgo Tressanti), in provincia di Foggia. Il cuore dell'argomentazione sostenuta da Lannes da anni ormai è che l'accordo di programmma (con cui la Regione Puglia ha dichiarato la pubblica utilità della variante urbanistica dei suoli dell'inceneritore da agricoli ad industriali, baipassando il PRG comunale) sia stato promosso dalle controparti (Enti pubblici e impresa) senza, ovvero prima, di avere una formale disponibilità dei suoli, bensì solo dal giorno 8 ottobre 2004 (come risulta dalla visura catastale storica, non allegata agli articoli sopra menzionati). Tale accordo di programma tra Regione Puglia e Comune di Manfredonia, si ricorda, è stato sottoscritto in data 24 giugno 2003 ed approvato definitivamente dall'ufficio urbanistica regionale con firma del presidente pugliese Raffaele Fitto il 25 febbraio 2004. Questi i nuovi post: 1) PUGLIA: LA MAFIA DI COLLETTI BIANCHI E INCENERITORI DI RIFIUTI MARCEGAGLIA 2) INCENERITORE DI RIFIUTI: LE CARTE TRUCCATE DEL CLAN MARCEGAGLIA E DELLA POLITICA 3) INCENERITORI DI RIFIUTI: LE ILLEGALITA' DI FITTO, VENDOLA & MARCEGAGLIA Altra novità contenuta in questi articoli è quando si parla della complessa figura di Paride De Masi, il quale sarebbe stato per un periodo successivo al 2005 presidente del CDA di ETA, a quanto risulta dalla scansione di un atto notarile presente nel secondo dei post del blog. Lo stesso De Masi sarebbe coinvolto in altri affari relativi a "biomasse" in Puglia, precisamente a Casarano nel Salento (progetto Heliantos). Infine, nel terzo degli articoli di Gianni Lannes si annuncia l'imminente arrivo di un dossier a firma del giornalista, oltre che di un esposto che sarebbe possibile sottoscrivere scrivendo al blog.

Nessun commento:

Posta un commento