giovedì 29 dicembre 2011

La raccolta porta a porta costa di più? Vero ... anzi no, falso!

Tanto più la raccolta porta a porta è seguita con modello 'spinto', cioè
orientate verso materiali ridotti in partenza, e cioè solo biodegradabili e recuperabili (no plastiche e imballaggi non riciclabili), tanto più diminuisce il costo unitario di gestione.

Qui è possibile scaricare parte di uno studio della Regione Lombardia, che dimostra dettagliatamente la "convenienza" della raccolta porta a porta rispetto al modello di raccolta stradale e grazie anche alla riduzione della necessità dello smaltimenti in discarica. Si ringrazia Enzo Favoino per la gentile concessione.

Esistono anche studi più approfonditi (forse, il migliore è quello del 2006 per la Regione Toscana, con un "benchmarking" operativo ed economico dei diversi sistemi di RD), realizzata del Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori.

Nessun commento:

Posta un commento