martedì 22 novembre 2011

Il coordinamento cittadino: il Comune di Cerignola deliberi per la Strategia Rifiuti Zero

Il coordinamento cittadino di Cerignola chiederà all'amministrazione comunale di fare aderire la città alla rete dei Comuni a “Rifiuti Zero” e di partecipare in veste istituzionale alla manifestazione di dissenso pacifico, che si terrà il prossimo 10 dicembre davanti al cantiere dell'inceneritore in località Paglia, ad un tiro di schioppo da Borgo Tressanti. Sarebbe, infatti, un'ipocrisia manifestare contro il termodistruttore ETA-Marcegaglia a Manfredonia, e non dare la possibilità ai propri cittadini, che hanno manifestato di essere pronti, volenterosi e ricchi di idee e spunti positivi, di fare una raccolta differenziata porta a porta spinta, come prescritta dal decreto Ronchi. Lo stesso sindaco Giannatempo, inoltre, che affermava durante la “manifestazione flop” del 22 dicembre scorso di essere convintamente per la Strategia Rifiuti Zero, non dovrebbe avere più nessun ostacolo tecnico a firmare tale delibera.

Gli attuali numeri della raccolta differenziata ci dicono che, nell'ultimo anno, la situazione è sostanzialmente invariata (10%) e che, purtroppo, la produzione di rifiuti è in aumento insieme al numero di imballaggi e alle tipologie dei prodotti consumati.

Pertanto, il Coordinamento dei cittadini, come espressione della consapevolezza ambientale della collettività di Cerignola e del Basso Tavoliere, chiede al Primo Cittadino di sottoporre all'approvazione del prossimo consiglio comunale la proposta di delibera rifiuti zero (compilata appositamente dal coordinamento cittadino in collaborazione con l'Osservatorio Nazionale Rifiuti Zero di Capannori), improcrastinabilmente. Con la delibera il Comune s'impegnerebbe a mettere subito in atto tutta una serie di azioni, a partire dalla separazione attenta dell'umido e dall'informazione a tappetto della gente, le quali consentono di raggiungere in breve tempo altissime percentuali di riciclo, di conferire sempre meno in discarica e di boicottare l'inceneritore, recuperando tutta la frazione secca.

Coordinamento cittadino contro gli inceneritori e a tutela di salute ambiente economia (Cerignola)

Nessun commento:

Posta un commento