domenica 6 novembre 2011

Il cammino nonviolento Nizza-Roma-Atene passerà da Acerra e Manfredonia



Siamo riusciti ad ottenere che la marcia internazionale degli indignados in partenza da Nizza
con lunga sosta a Roma e meta Atene, dopo Napoli, passerà prima accanto all'inceneritore di stato ad Acerra
e poi fermerà nei pressi di Manfredonia a Borgo Tressanti dove è in ultimazione quello della "signorina Emme"
(Marcegaglia).


Siamo il 99%. We are 99%.

Segue il testo dell'appello:

Il prossimo passo per la dignità!

Dopo aver partecipato all’Agorà e all’evento complessivo 15 ottobre 2011 a Bruxelles, abbiamo deciso che la marcia non poteva fermarsi dopo l’arrivo a Bruxelles. Dal nostro desiderio di continuare a camminare al fine di diffondere il nostro messaggio, connettersi con le altre assemblee nel mondo, nasce la Marcia Internazionale verso Atene. Un progetto aperto a tutti coloro che vogliono partecipare e sostenerci.

Ci incontreremo a Nizza 5 novembre 2011, dopo il G20 (30 ottobre- 4 novembre) per organizzarci e partire qualche giorno più tardi. Passeremo per diverse città e paesi d’Italia. Attraverseremo l’Adriatico da Bari per raggiungere la Grecia e, infine, arriveremo ad Atene. Parteciperemo alle Agorà Globali che si terranno a Roma e ad Atene all’arrivo delle marce.

Piccoli gruppi di escursionisti e ciclisti (da 12 a 25 persone) avanzeranno per percorsi paralleli per coprire più territorio. L’idea consiste nel raccogliersi nelle grandi città, ripartire insieme e separasi di nuovo in seguito.Ogni volta che un gruppo supererà le 25 persone, si separerà in due gruppi indipendenti. In ogni paese le marce convocheranno delle assemblee e scambieranno esperienze, problematiche ed idee.

I valori che uniscono le marce sono l’orizzontalità, la partecipazione attiva, la nonviolenza e l’ inclusività.

Ci proponiamo di continuare il lavoro delle assemble e il processo decisionale per consenso. Stiamo lavorando anche per garantire la sostenibilità della marcia per trasmettere inoltre un messaggio di rispetto per l’ambiente.

Facciamo questa marcia per motivare le persone a occupare lo spazio pubblico e a riunirsi per parlare di politica e decidere della propria vita. Facciamo questa marcia per proporre et imparare, per ispirare e arricchirci,per parlare ed ascoltare,dare e ricevere. Noi vogliamo raggiungere Roma e Atene per apportare un messaggio di speranza e di unità. Ma soprattutto, vogliamo partecipare alle agorà globali per coordinarci su scala internazionale,al fine di preparare dei progetti comuni confrontare insieme i problemi e creare una società giusta per tutti.

Marciamo per fare arrivare il nostro messaggio ai quattro angoli del mondo:

“Una democrazia migliore è possibile. Cominciamo dal cambiamento!”

“Marciamo per la dignità. Insieme construiamo l’utopia.”

http://www.marchtoathens.tk/

Nessun commento:

Posta un commento