lunedì 29 agosto 2011

PER SVILUPPO E MOBILITA' SOSTENIBILI + CRITICAL MASS

Rilanciamo l'appello degli amici della Rete della Conoscenza

Inceneritori, rifiuti, discariche abusive, trivellazioni, ecomafie: ormai non c'è giorno in cui nella nostra provincia, ma più in generale in Puglia, non vengano diffuse notizie relative a disastri ambientali.

Questi primi otto mesi dell'anno sono stati davvero emblematici.

La città di Foggia è stata investita da una pesantissima emergenza ambientale causata dal mancato smaltimento dei rifiuti solidi urbani, effetto diretto della disastrosa gestione (anche e soprattutto in termini politici-economici) della Azienda municipalizzata A.M.I.CA., ormai sommersa da svariate decine di milioni di euro di debiti.

Ma questo potrebbe essere anche l'anno del via libera definitivo alle Centrali Termoelettriche della ENPLUS (San Severo) e della AGRITRE (Sant'Agata di Puglia) e dell'Inceneritore di Borgo Tressanti di proprietà del Gruppo Marcegaglia, benedetto anche dal Governatore della Regione Puglia Nichi Vendola, reo di aver incoraggiato tali devastanti strumenti dimenticandosi frettolosamente delle campagne sul riciclo dei rifiuti da lui stesso promosse anni addietro. Anzi, la Regione ha previsto in alcune aree che sia garantita una quota di rifiuti agli inceneritori, stratagemma senza il quale gli stessi sarebbero economicamente svantaggiosi.

In questi mesi si è anche assistito alla ripresa del processo per la maxi-discarica di Giardinetto, in cui negli anni furono sversate ed interrate centinaia di tonnellate di scarti industriali altamente tossici e probabilmente responsabili dell'aumento dell'incidenza tumorale nelle zone circostanti; così come molto pericolosa resta la situzione relativa al Cementificio nella zona di Apricena.

Dulcis in fundo, l'autorizzazione all'avvio di trivellazioni esplorative concesse dal Ministero dell'Ambiente alla società irlandese “Petroceltic” al largo delle Isole Tremiti in cerca di improbabili giacimenti petroliferi.



La situazione risulta ormai di una gravità sconvolgente, e ancor più imbarazzante è l'inadeguatezza della classe politica locale sulle questioni che riguardano la salute e la tutela del territorio.

Anche noi tutte e tutti abbiamo avuto comportamenti che non possono più essere definiti solo “incivili”, ma anche di effettiva “complicità” con l'attuale classe politica, le cui scelte rischiano di compromettere il futuro delle nuove generazioni.

Si continua a pensare alla “monnezza“ come un rifiuto da scartare, accumulare o peggio bruciare; non è mai stato approntato un piano programmatico e di lungo periodo per la risoluzione pratica, ma anche culturale, dell'emergenza rifiuti, fattore che non ha permesso di sfruttare perfino quelle occasioni in cui i fondi erano stati stanziati in favore della raccolta differenziata porta a porta dall'istituzione regionale. Scarsissimi sono stati gli incentivi, non solo di natura economica, pianificati per quelle aziende che investono (creando posti di lavoro) in energie pulite promuovendo uno sviluppo sostenibile a scapito delle vetuste, ma quanto mai in voga, fonti fossili.

Certo, le energie non devono essere solo “rinnovabili”, a prezzo di un gigantesco consumo di territorio divorato dagli speculatori con migliaia di ettari agricoli seppelliti da distese fotovoltaiche e “piantagioni” di mega pale eoliche. Dovrebbero essere anche “sostenibili”, ad esempio allocando pannelli sulle superfici già urbanizzate di cui “purtroppo” abbiamo già ampia disponibilità.



Quest'appello, che potrà essere firmato da tutte le realtà associative che ne condividano i contenuti, chiama alla mobilitazione (su due ruote!) per Sabato 3 Settembre (ore 18:30 dinanzi alla Villa Comunale) la città di Foggia e la sua Provincia per un grande appuntamento di denuncia, riscatto e proposta concreta di una sostenibile mobilità urbana : Critical Mass Event II!



INVADIAMO le strade della nostra città con centinaia di biciclette!



RAGGIUNGIAMO dinanzi ai palazzi della potere per manifestare il nostro dissenso rispetto all'assenza di politiche ecologiche e di difesa del territorio!



ABBATTIAMO l'emissione di gas di scarico rilanciamo pratiche finalizzate alla mobilità eco-sostenibile!



RIBADIAMO il nostro secco e deciso NO a qualsiasi progetto di smaltimento dei rifiuti mediante inceneritori e alla distruzione del nostro patrimonio ambientale mediante trivellazioni!



DIMOSTRIAMO che i cittadini della Capitanata meritano di vivere in città ecologicamente sostenibili, pulite ed in cui la raccolta differenziata sia l'unica soluzione al problema dei rifiuti!



Link Kollettivo Foggia

Unione degli Studenti - Foggia

Rete della Conoscenza - Puglia

Associazione di Volontariato Cicloamici Foggia FIAB

Comitato spontaneo contro gli Inceneritori in Capitanata

Comitato contro gli Inceneritori - Foggia

Rete NO CENTRALE - San Severo

Comitato Ambiente Territorio e Salute - Apricena

Comitato per la Salute - Lavello

L.I.P.U. - Foggia

Legambiente “Circolo Gaia” - Foggia

V.A.S. - Verdi, Ambiente e Società

Small Town Foggia



Hanno aderito:

Libera, Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie - Coordinamento Provinciale di Foggia

Gruppo Emergency Foggia

Spaziobaol.com

Gli Amici della Domenica

Adiconusm - Foggia

Medicina Democratica

Art Village - San Severo

Cittadinanza Attiva



L'“Appello per Sviluppo e Mobilita' Sostenibili” è libero e può essere sottoscritto da tutti i gruppi organizzati della città e della provincia di Foggia.

Per aderire invia una mail a criticalmassfoggia@gmail.com

CRITICAL MASS EVENT II: http://www.facebook.com/event.php?eid=157736870974201
Concerto SUD FOLK e BLUE LIGHT CLUB: http://www.facebook.com/event.php?eid=190839860982907

Nessun commento:

Posta un commento