domenica 10 aprile 2011

Conclusa la manifestazione contro l'inceneritore Marcegaglia a Manfredonia






Si è conclusa senza intoppi la manifestazione contro l'inceneritore Marcegaglia, attualmente in costruzione in territorio di Manfredonia alla località Paglia (Borgo Fonterosa).

I partecipanti, provenienti da tutta la Puglia, hanno sfilato con partenza da Piazza Marconi con conclusione alle ore 20 in Piazza Duomo. Da segnalare la presenza, oltre ai comitati civici,- che in provincia si battono contro la costruzione di questi impianti come San Severo e Apricena - , dei migranti di Borgo Tressanti e Mezzanone, degli studenti della Rete della Conoscenza, di numerose associazioni di volontariato da tutta la provincia di Foggia. Presenti anche numerosi produttori biologici della zona.

Il comitato spontaneo ha ricordato che lo scopo della manifestazione è quello di richiedere al sindaco di Manfredonia, la massima autorità sanitaria nel terrirorio su cui ricadono le opere, di bloccarne i lavori di costruzione e la messa in funzione utilizzando strumenti di autotela amministrativa, e cioè, revocandone l'autorizzazione sanitaria concessa dal suo predecessore. Le responsabilità di Paolo Campo ricadrebbero dunque anche e soprattutto sull'attuale primo cittadino Angelo Riccardi. Si tratta, a questo punto, di un atto di dovere per salvaguardare salute e territorio e popolazione, da preferire a facili profitti portatori solo di morte.

Durante la manifestazione è stata lanciata anche l'idea di fare della data del 9 aprile la giornata nazionale in memoria dei martiri dei petrolchimici e dell'inquinamento delle centrali. La data è l'anniversario della morte di Nicola Lovecchio, l'operaio dell'Enichem che insieme ai medici di Medicina Democratica fece partire con un esposto alla procura di Foggia il processo alla dirigenza dell'ENI, e che si è concluso un mese fa con l'assoluzione in appello di tutti gli imputati.

Alcuni slogan della manifestazione:

"I rifiuti non bruciare, è molto meglio differenziare".

"Quale sviluppo e occupazione, l'inceneritore è morte e distruzione"

"O Ma- Ma- Manfredonia, o Ma- Ma- Manfredonia,
sai che c'è, qui vicino a te,
c'è un inceneritore, c'è un inceneritore,
l'ENICHEM non ti è bastato già ...".

"Con l'inceneritore ti becchi un bel tumore, con la differenziata salute assicurata".

Nessun commento:

Posta un commento